Usiamo i Cookies su questo sito per garantire il miglior servizio possibile. Ecco perché

Company

Fondata nel 1960, è uno dei brand di illuminazione tra i più conosciuti al mondo. Nota per la sua filosofia "The Human and Responsible Light".
Artemide è oggi sinonimo di design, competenza nel progetto della luce e innovazione con prodotti che sono espressione di ricerca e grande qualità di manufacturing.
Numerosi sono i brevetti di invenzione riconosciuti nel corso degli anni per le innovazioni tecnologiche, meccaniche ed optoelettroniche sviluppate (10 depositati solo nel 2016). Artemide ha contribuito alla storia del design internazionale con prodotti come Eclisse (1967, di Vico Magistretti), Tolomeo (1989, di Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina) Pipe (2004, di Herzog & De Meuron) e la collezione IN-EI (2014, di Issey Miyake), tutte insignite del Premio Compasso d’Oro.

Nel 1994 Artemide ha ricevuto il Premio Compasso d’Oro alla carriera, il prestigioso European Design Prize nel 1997 e nel 2013 il "Premio Leonardo Qualità Italia 2012".
Le lampade di Artemide sono considerate a livello internazionale delle icone del design contemporaneo: sono esposte nei maggiori musei di arte moderna e collezioni di design del mondo.

Michele De Lucchi e la storica lampada Tolomeo.

Artemide collabora da sempre con i più famosi designer internazionali e promuove attivamente workshops con scuole di design al fine di scoprire i migliori talenti tra le giovani leve. Nel suo percorso di innovazione ha inoltre stretto collaborazioni di ricerca con prestigiose Università italiane ed internazionali.

Alphabet of Light - Bjarke Ingels

Storia

Fondato nel 1960 da Ernesto Gismondi, Presidente, il Gruppo Artemide ha sede a Pregnana Milanese. Opera attraverso 24 società controllate e collegate e vanta una rete distributiva tra cui spiccano 55 showroom monomarca nelle più importanti città del mondo. I prodotti Artemide sono distribuiti in 98 diversi Paesi. Con 5 unità produttive in Italia, Francia, Ungheria e Canada, 2 vetrerie e una struttura di Ricerca e Innovazione supportata da laboratori di prototipazione e test all’avanguardia, il Gruppo impiega attualmente più di 750 dipendenti di cui 60 in attività di R&S, a conferma del ruolo portante dell’innovazione quale componente chiave per il suo successo. Ricerca tecnologica, dialogo con i grandi architetti ma anche indagine in campo socio-culturale sono fin dall’inizio del percorso di Artemide alla base di innovativi progetti capaci anche nel tempo di illuminare con la stessa forza il futuro.

Oggi le collezioni Artemide rappresentano un incrocio unico di valori: l’approccio alla luce umana e responsabile si coniuga a un saper fare progettuale e materico, in un incontro tra tecnologia di ultima generazione e antichi saperi, perfetta espressione del progetto sostenibile.

L’inizio

196070
1960 A Milano Ernesto Gismondi e Sergio Mazza fondano Artemide; nasce la prima lampada, Alfa, disegnata da Sergio Mazza nel 1959.
1965 Nasce Polluce, lampada disegnata da Enzo Mari in collaborazione con Anna Fasolis
1967 Premio Compasso d’Oro per la lampada Eclisse, disegnata da Vico Magistretti.
1969 Dalla collaborazione con Gio Ponti, nasce Fato, lampada ancora oggi iconica.
197070
1970 Nasce Selene, tra i primi esempi di sedia impilabile realizzata in plastica con l’innovativa tecnologia compression molding, facente parte della sperimentazione sui mobili.
1972 Richard Sapper disegna la prima lampada con sorgente luminosa alogena, Tizio, che diventa negli anni simbolo del design italiano nel mondo.
1972 Apre il primo stabilimento produttivo a Pregnana Milanese, ancora oggi sede dell’azienda.
1975 Nasce Sintesi, primo prodotto fIrmato da Ernesto Gismondi.
1976 Dopo il successo di Polluce, Enzo Mari disegna un altro prodotto di successo, Aggregato, con la collaborazione tecnica di Giancarlo Fassina.
198090
1980 Artemide apre la prima filiale negli Stati Uniti d’America.
1982 Dalla prima collaborazione con il designer Ettore Sottsass, nascono Callimaco e l’anno successivo Pausania.
1985 Con Aton barra nasce il primo sistema di Artemide dando vita alla divisione Litech, predecessore di Artemide Architectural.
1987 Grazie alla collaborazione con Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina, Artemide lancia sul mercato Tolomeo, lampada che diventa negli anni un simbolo del made in Italy presente nelle case e nei luoghi di lavoro di tutto il mondo. Due anni dopo vince il Compasso d’Oro.
199000
1991 Artemide acquisisce VeArt, storica vetreria veneta, con la quale vengono lanciate le collezioni in vetro soffiato artigianale, come la Milano-Torino nel 1991 e la Milano-Venezia e Venexiana nel 1993.
1995 Artemide ottiene il prestigioso "Premio Compasso d’Oro alla carriera".
1995 Da un’innovazione tecnologica brevettata nasce una collezione che introduce non solo l’uso della luce colorata ma una diversa relazione con la gestione della luce aprendo la possibilità di scegliere scenari che seguono la nostra vita, le emozioni.
1996 Light Fields, pubblicazione frutto di workshop sulla percezione e la cultura della luce.
1996 The Human Light è il nuovo manifesto che identifca la vision di Artemide: la luce al servizio dell’uomo e delle sue esigenze.
1997 Viene creata la divisione Artemide Architectural.
200010
2000 Nasce la collezione Modern Classic che riunisce i prodotti più iconici di Artemide.
2000 Presentate le prime due lampade a LED, Sui e Kaio, disegnate rispettivamente da Carlotta de Bevilacqua ed Ernesto Gismondi. Ha inizio la "Led Revolution".
2004 Premio Compasso d’Oro per la lampada Pipe, disegnata da Herzog & De Meuron.
2004 Una collezione per una qualità ambientale totale attraverso Air, Light, Sound and Other.
2006 Artemide apre una nuova frontiera nell’illuminazione: viene presentata la linea My White Light. Ricerca portata avanti nel corso degli anni, fno ai più attuali sviluppi della tecnologia TunableWhite.
2010now
2012 Nasce la collezione IN-EI in collaborazione con lo stilista giapponese Issey Myiake. Due anni dopo viene insignita del piu prestigioso tra i premi per il design: il Compasso d’Oro.
2014 La collezione Modern Classic si aggiorna per accogliere nuove icone.
2014 Inizia la pubblicazione periodica di questo approfondimento culturale legato ai temi, non solo del mondo della luce, che Artemide indaga nel suo percorso innovazione, ricerca e collaborazione con i grandi nomi dell’architettura e del design internazionale.
2014 Lo storico brand "Danese Milano" entra a far parte delle collezioni Artemide.
2015 Apre il nuovo Innovation Center con laboratori di test all’avanguardia accreditati da enti di certificazione secondo standard normativi internazionali.
2016 Artemide apre la ricerca sul LI-FI: la luce è sfruttata per la trasmissione di dati, con gli stessi LED normalmente utilizzati nei prodotti Artemide si può realizzare una infrastruttura capace di gestire anche l’informazione.
2016 Una rete di dialogo IoT tra apparecchi di illuminazione, sensori e sistemi di controllo fa sì che fenomeni naturali ed ambientali possano interagire con la luce artifciale secondo parametri misurati per ricreare scenari di luce evoluti e percettivamente controllati.
2017 Viene presentata Artemide App, intuitivo sistema di gestione capace di dialogare con tutti i prodotti della collezione Artemide per rendere ognuno autore consapevole dei propri scenari di luce.
2018 Premio Compasso D’Oro alla Carriera per Ernesto Gismondi, Ingegnere aerospaziale, docente universitario e imprenditore. Fondatore di Artemide.
2018 Premio Compasso d’Oro per la lampada Discovery Sospensione, disegnata da Ernesto Gismondi.
2019 Pubblicazione del primo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Artemide.
2019 Artemide sottoscrive lo United Nations Global Compact impegnandosi ancora una volta nell’adozione e implementazione di politiche sostenibili e socialmente responsabili.
2019 GenerAction: Artemide supporta i progetti di giovani della Generazione Z di tutto il mondo che si sono distinti per le loro idee innovative a sostegno del futuro del pianeta.
196070
197080
198090
199000
200010
2010now