Usiamo i Cookies su questo sito per garantire il miglior servizio possibile. Ecco perché

Michele
De Lucchi

Michele De Lucchi è nato nel 1951 a Ferrara e si è laureato in architettura a Firenze. Negli anni dell'architettura radicale e sperimentale è stato tra i protagonisti di movimenti come Cavart, Alchimia e Memphis.
Ha disegnato lampade ed elementi d'arredo per le più conosciute

aziende italiane ed europee, come Artemide, Olivetti, Alias, Unifor, Hermès, Alessi.
Ha progettato e ristrutturato edifici in Giappone per grandi aziende nazionali e multinazionali.
Ha curato molti allestimenti di mostre d'arte e design e progettato edifici per musei, oltre a numerosi progetti di architettura per committenze private e pubbliche in Georgia. Recentemente ha sviluppato vari progetti per la città di Milano: i padiglioni per Expo 2015 (Padiglione Zero, Expo Center e Padiglione Intesa Sanpaolo) e l’Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti.
Il lavoro professionale è stato sempre accompagnato dalla ricerca personale sui temi del progetto, della tecnologia e dell'artigianato.
Nel 2000 è stato insignito della onorificenza di Ufficiale della Repubblica Italiana dal Presidente Ciampi per meriti nel campo del design e dell'architettura. Nel 2001 è stato nominato Professore Ordinario per chiara fama presso la Facoltà di Design e Arti dell'Istituto Universitario di Architettura a Venezia e dal 2008 è Professore Ordinario presso la Facoltà del Design al Politecnico di Milano.
Michele De Lucchi è nato nel 1951 a Ferrara e si è laureato in architettura a Firenze. Negli anni dell'architettura radicale e sperimentale è stato tra i protagonisti di movimenti come Cavart, Alchimia e Memphis.
Ha disegnato lampade ed elementi d'arredo per le più conosciute
prec. succ.