Usiamo i Cookies su questo sito per garantire il miglior servizio possibile. Ecco perché


Gruppo Architetti Urbanisti Città Nuova

Il Gruppo Architetti Urbanisti “Città Nuova” era un collettivo di giovani professionisti che scelsero di fare architettura – e urbanistica – lasciando scientemente da parte la figura dell’architetto come singolo creatore, per mettersi in ascolto del territorio e della
comunità, e per lavorare insieme. Costituitosi (e operante) a Bologna nei primi Anni Sessanta su iniziativa di Giancarlo Mattioli, il Gruppo comprendeva Pierluigi Cervellati, Umberto Maccaferri, Franco Morelli, Gianpaolo Mazzucato, Mario Zaffagnini e lo stesso Mattioli.
Nel 1965 il Gruppo partecipa con Giancarlo Mattioli al concorso “Studio Artemide Domus di Milano”, indetto da Artemide e dalla Editrice Domus, presentando un progetto per una nuova lampada e risultandone vincitore.
La lampada è la Nesso, la cui immagine si rivela emblematica di quegli anni ed ha lunga fortuna, testimoniata dal fatto che è tutt’ora esposta al Museum of Modern Art (MOMA) di New York.
Il Gruppo Architetti Urbanisti “Città Nuova” era un collettivo di giovani professionisti che scelsero di fare architettura – e urbanistica – lasciando scientemente da parte la figura dell’architetto come singolo creatore, per mettersi in ascolto del territorio e della
prec. succ.