Usiamo i Cookies su questo sito per garantire il miglior servizio possibile. Ecco perché

Naoto
Fukasawa

Nato nella prefettura di Yamanashi nel 1956. Laureato alla Tama Art University's Product Design Department nel 1980. Nello stesso anno è entrato a far parte di Seiko Epson, dove è stato responsabile della progettazione dello sviluppo avanzato. Nel 1989 si è trasferito negli Stati
Uniti, dove si è unito alla ID Two (ora IDEO San Francisco), dove ha affinato il suo mestiere per sette anni. Nel 1996 è tornato in Giappone, dove ha fondato e diretto l'ufficio di Tokyo di IDEO. Nel 2003 ha fondato la NAOTO FUKASAWA DESIGN.
Attualmente, Fukasawa progetta per una vasta gamma di marchi leader in Italia e nel mondo. I suoi progetti spaziano in un'ampia varietà di campi, dall'elettronica di precisione, alle attrezzature per l'arredamento e gli spazi interni.
Con il conferimento del Premio Isamu Noguchi negli ultimi anni, è diventato evidente che i progetti di Fukasawa costituiscono una sublime bellezza di forma intrisa di potere del silenzio. Ha ottenuto riconoscimento internazionale non solo per i suoi progetti, ma anche per la sua capacità di raggiungere la vera essenza di un oggetto e per il suo pensiero e la sua espressione attraverso il design.
Fukasawa è professore del Dipartimento di Design Integrato presso la Tama Art University, siede nel comitato consultivo di design di Muji, ed è il direttore artistico di Maruni.
Nel 2006 ha fondato "Super Normal" con Jasper Morrison. È stato presidente del Good Design Award dal 2010 al 2014. Era nella commissione giudicatrice del Braun Prize 2012. Nel 2017 è diventato membro della commissione giudicatrice del Loewe Craft Prize. Gli è stato assegnato il titolo di Royal Designer for Industry (Royal Society of Arts).
Nato nella prefettura di Yamanashi nel 1956. Laureato alla Tama Art University's Product Design Department nel 1980. Nello stesso anno è entrato a far parte di Seiko Epson, dove è stato responsabile della progettazione dello sviluppo avanzato. Nel 1989 si è trasferito negli Stati
prec. succ.